You are currently viewing Musei di Lecce: un breve excursus dei più importanti musei della città
musei-lecce

Musei di Lecce: un breve excursus dei più importanti musei della città

Quando si vuole scoprire la storia di una città, basta fare un giro tra i suoi più importanti luoghi d’interesse, girare tra le strade ed ammirare la sua l’architettura, assaggiare alcuni dei piatti tradizionali (che spesso portano con sé la storia di un popolo) oppure chiedere a qualche persona del luogo di raccontare storie e leggende che vengono gelosamente custodite, ma un ruolo fondamentale lo svolgono sicuramente i musei.
I musei sono dei luoghi preziosi, dove vengono gelosamente custoditi dei veri e propri tesori e in cui è conservata la storia di una città (e non solo), sia a livello culturale che artistico e ciò vale anche per i musei di Lecce. Tra i musei che sentiamo di consigliarvi ci sono il MUST (Museo Storico della Città), il MUSA (Museo storico archeologico Università del Salento), il Museo della Cartapesta, il Faggiano Museum ed il Museo del Teatro Romano.
Seguiteci nella lettura, vi daremo un breve excursus dei più importanti musei di Lecce, così da aiutarvi nello stilare il perfetto itinerario per chi viene a visitare la meravigliosa città di Lecce.

 

I Musei di Lecce che custodiscono la storia della città

musei-lecce-1

Per chi sceglie di fare un viaggio all’insegna della scoperta, dell’arte e della cultura, i musei sono una tappa fondamentale, perché permettono di conoscere e scoprire i tesori conservati e/o ritrovati che a modo loro raccontano un pezzetto di storia del luogo in cui si è in visita.
La città di Lecce è ricca di musei, per cui siamo certi che troverete tra le tante proposte il museo che più stuzzicherà la vostra curiosità e la vostra sete di conoscenza. Dai reperti archeologici alle tradizioni tipiche della città, c’è un museo per tutto e oggi andremo a scoprirli insieme.

 

MUST – Museo Storico della Città

Il MUST – Museo Storico della Città di Lecce è uno dei musei di Lecce più importanti presenti nella città salentina, situato in via degli Ammirati, occupa gran parte di quello che era il Monastero di Santa Chiara nel Quattrocento. Ad oggi, è considerato un vero e proprio Museo Civico, creato per offrire ai cittadini e ai visitatori di ogni dove un’idea dell’identità culturale di Lecce, della sua storia e anche come luogo di promozione dell’arte.
Dopo alcuni lavori di riallestimento e manutenzione terminati nel 2021, il Museo Storico della città di Lecce ha riaperto le porte al pubblico, proponendo una nuova organizzazione degli spazi espositivi, per dare una nuova modalità di vivere l’arte a chi lo visita. Al piano terra, infatti, troverete – oltre alle sale espositive per le mostre temporanee chiamate “Offgallery” – una Sala Multimediale, dove grazie alle attrezzature per la realtà aumentata, è possibile fare una visita in 3D, ammirando tramite clip immersive e virtual tour, i luoghi più importanti del barocco leccese. Il primo piano del museo, invece, è dedicato alle collezioni permanenti, dove è possibile trovare alcune opere dello scultore salentino Cosimo Carlucci e tanti altri artisti.
Da non perdere la mostra permanente “Il Leccio e la Lupa”, il cui percorso espositivo fornisce ai visitatori un excursus dei tre periodi fondamentali che hanno fatto la storia della città di Lecce, ovvero l’epoca messapica, all’età romana imperiale e l’epoca medievale.

MUSA – Museo Storico Archeologico Università del Salento

Come è possibile dedurre dal nome, il MUSA – Museo Storico Archeologico dell’Università del Salento è un museo universitario, che raccoglie importanti reperti archeologici che documentano la storia del territorio salentino (e non solo). Lo scopo principale del museo è, senza alcun dubbio, permettere di divulgare il patrimonio archeologico del Salento a tutti, dai leccesi agli studenti, fino ai turisti che desiderano conoscere di più sulla terra pugliese.
Il museo si sviluppa in cinque sale espositive, in cui è possibile trovare ben oltre 300 reperti archeologici rinvenuti dai numerosi scavi sul territorio. Le sale sono dedicate alla Preistoria e alla Protostoria, dove potrete ammirare reperti dell’epoca del Paleolitico, del Neolitico e dell’età del Bronzo. Troverete poi una sala dedicata al periodo degli insediamenti messapici, che vanno dall’età del ferro fino all’età ellenistica, ed una sala dedicata all’epoca romana. Infine, troverete una sala dedicata alle missioni e ricerche archeologiche avvenute nel bacino del Mediterraneo (in paesi come Turchia, Siria, Egitto, Sudan, Malta e Ucraina), dove troverete anche dei video che illustrano gli scavi effettuati negli anni in queste località.

 

Museo del Teatro Romano

Il Museo del Teatro Romano, situato accanto all’omonimo Teatro, venne realizzato nel 1997 ed accoglie molteplici reperti che sono stati rinvenuti durante degli scavi agli inizi del 1900. Al suo interno è possibile trovare statue in marmo e frammenti di bassorilievi che risalgono al I e II secondo d.C., ma la cosa più interessante e da non perdere è il plastico che rappresenta l’area urbana di Lupiae, ovvero la città di Lecce ai tempi dell’Impero Romano, che era designata come “quartiere dello svago e degli spettacoli”. 

 

Faggiano Museum

Il Faggiano Museum è situato in una casa privata della città, in via Ascanio Grandi e a pochissimi metri dalla Porta di San Biagio, che fa parte della cinta muraria della città. La nascita di questo museo è stata piuttosto casuale: il proprietario dell’immobile, Luciano Faggiano, stava effettuando dei lavori fondamentali all’apertura di una nuova attività, quando durante gli scavi emersero alcuni reperti archeologici.

La famiglia Faggiano, insieme alla soprintendenza, decise di proseguire più a fondo con gli scavi e questo portò alla scoperta di numerosi reperti storici di antichissima fattura. Ad oggi, il museo permette di fare quasi un “viaggio nel passato” della città di Lecce, dove il visitatore, scendendo livello dopo livello, può ammirare come si è “stratificata” e sviluppata la città salentina, dall’epoca messapica a quella romana, passando per il medioevo ed il rinascimento, fino ad arrivare al barocco. 

 

Museo della Cartapesta

Non sono solo i reperti archeologici o i dipinti a fare la storia di una città, ma anche le antiche tradizioni ed il patrimonio culturale che si portano dietro. Per questo a Lecce, nel 2009, è stato istituito il Museo della Cartapesta, volto a raccontare l’arte artigiana e l’estro creativo dei maestri cartapestai, che hanno reso la città di Lecce la Capitale della Cartapesta.
L’arte artigiana della cartapesta prese piede nel Settecento e si consolidò nell’Ottocento, grazie ai maestri cartapestai che aprirono numerose botteghe, dove prendevano vita questi personaggi sacri fatti di materiali poveri, ma dal valore inestimabile. L’arte della cartapesta è affascinante e incuriosisce molti, specialmente i turisti mentre camminano per la città e scorgono le antiche botteghe che ancora oggi mantengono viva questa tradizione.

Alloggiare al B&B Donna Teresa per visitare i musei di Lecce

musei-lecce-2

Come avrete sicuramente intuito, i musei a Lecce non mancano di certo e se avete voglia di conoscere ancora di più della storia di questa città potremmo suggerirvi anche altri tre musei da visitare, ovvero il Museo Sigismondo Castromediano, il Museo Papirologico ed il Museo Ebraico.
Siete pronti a farvi conquistare dalle meraviglie dei musei di Lecce? Allora non tardate oltre e prenotate la vostra vacanza nella città salentina, alloggiando al B&B Donna Teresa situato a pochi passi da Piazza Duomo e a soli 20 minuti dall’aeroporto di Brindisi. Potrete scegliere tra le nostre 4 confortevoli camere quella che più si allinea alle vostre esigenze e farvi viziare al mattino con una deliziosa colazione. Per qualsiasi necessità, curiosità o informazione vi invitiamo a contattarci via email all’indirizzo donnateresabedandbrekfast@gmail.com o telefonicamente al +39 3472319165.