Al momento stai visualizzando Natale in Salento: cosa prevede la tradizione culinaria salentina?
natale-in-salento

Natale in Salento: cosa prevede la tradizione culinaria salentina?

Il Natale è un periodo magico un po’ dappertutto, ma se state progettando una vacanza, dovete assolutamente sapere che il Natale in Salento ha un “sapore” davvero particolare. Non si tratta soltanto di un gioco di parole, ma se vi trovate a Natale in Salento non potete perdere di assaggiare i piatti tipici della cucina salentina, che vanta una lunga e secolare tradizione. Si tratta di piatti che si tramandano da generazione in generazione, infatti ancora oggi potete trovare donne salentine di tutte l’età, nonne, mamme e zie che si prodigano nella preparazione di piatti fatti in casa e dolci tipici del Natale in Salento.

Natale in Salento da festeggiare tutti insieme in famiglia

Che siano preparati in casa o fatti da chef e pasticceri professionisti, i salentini durante le feste non rinunciano ai loro piatti tradizionali. Il Natale in Salento è un trionfo di sapori, è il momento in cui si riuniscono le famiglie per trascorrere le feste tutti insieme ed anche per cimentarsi nella preparazione dei dolci tipici salentini, semplici ma che simboleggiano l’unione, la gioia nel condividere e nel tramandare le tradizioni.
Le famiglie Salentine sono solite seguire un antico rituale riguardante il pranzo o la cena di Natale. La vigilia si festeggia con una grande cena, che solitamente è a base di pesce. Dopo la cena si è soliti recarsi alla messa della notte di Natale, lasciando la tavola imbandita da ogni tipo di leccornia, antipasti, primi, secondi, contorni e dolci tipici del Natale in Salento, in modo che, secondo la tradizione, le anime dei defunti possano beneficiarne attingendo alla tavola. Alla ricchezza delle tavole della vigilia, invece, si contrappone la semplicità del pranzo del 25 dicembre, che consiste in un brodo leggero di cappone o di verdure ed a seguire dolci di tutti i tipi.

Cosa si mangia a Natale in Salento? 

A Natale in Salento, specialmente la vigilia, si mangia ogni sorta di bontà tipica della tradizione, come accennato in precedenza, le tavole vengono allestite con piatti a base di pesce. Tradizione vuole che le famiglie salentine digiunino a pranzo, in modo da poter mangiare un ottimo e abbondante cenone di Natale dove baccalà e capitone non possono mancare, in umido, fritti o con il sugo. Un Natale che si rispetti in Salento deve essere con antipasti, primi, secondi, contorni e gli immancabili dolci delle feste.

Antipasti 

natale-in-salento

Per antipasto, nel menù tipico del Natale salentino, devono essere presenti: le cozze alla tarantina, le pettole, tipiche salentine, sia salate con cavolfiore, acciughe, capperi, olive, cime di rapa e pomodori secchi che dolci condite con miele, vin cotto, sciroppo d’acero e poi passate nello zucchero semolato e le famose pucce, una specie di pan pizza, che può essere farcito con mozzarella, burrata e pomodori, polpette di cavallo, cime di rapa, pomodori secchi, salumi e formaggi.

Primi e secondi piatti

natale-in-salento

Tra i primi, tipici del Natale in Salento, vi sono gli ottimi cavatelli fagioli e cozze, il famoso riso patate e cozze e le immancabili orecchiette alle cime di rapa, aromatizzate all’olio, aglio e peperoncino. Il secondo, solitamente è un arrosto, un’anguilla allo spiedo con alloro e l’agnello al forno. Per gli amanti del pesce, non può mancare il baccalà in umido con le patate ed il dentice alle olive.

Il dolce che non può mancare mai

natale-in-salento

I dolci tipici del Natale in Salento sono: purceddhruzzi, carteddhrate, pasta di mandorle, mustazzoli e le buonissime pittule mangiate calde. I purceddhruzzi sono delle palline di pasta dolce fritta, che vengono passate nel miele e dopo condite con cannella, mandorle, noccioline e tanto altro. Le carteddhrate sono strisce di pasta intrecciate in vari modi e con varie forme, che vengono fritte fino a diventare croccanti e poi passate nel miele e condite con pinoli, granella di mandorle e decorazioni varie. I mustazzoli sono dei grandi pasticcini, con il cuore di zucchero, farina, mandorle e miele, il tutto glassato al cioccolato.
A Natale in Salento è molto diffusa l’usanza di preparare un pesce di pasta di mandorla, che simboleggia Gesù Bambino, che potrete trovare in giro per le varie pasticcerie. Infine, le pittule sono delle frittelle morbide preparate con farina e olio, semplici nella preparazione, ma dal sapore davvero squisito.

Natale in vacanza? B&B Donna Teresa vi accoglie come in famiglia

Vi abbiamo convinto a trascorrere il vostro Natale in Salento? Se la risposta è si, non perdete tempo e prenotate la vostra vacanza in Puglia presso il B&B Donna Teresa dove potrete trascorrere una vacanza da sogno accolti come in famiglia. La nostra struttura offre stanze in stile salentino, situate in un’oasi di tranquillità dove potrete trascorrere una vacanza romantica e con tutta la famiglia. Considerate che il B&B Donna Teresa è situato nel centro di Lecce e dista soltanto 20 minuti dall’aeroporto di Brindisi, per questo è la base ideale per chi vuole visitare il Salento.
Siamo pronti ad offrirvi le nostre migliori tariffe, infatti se prenotate direttamente dal nostro sito internet potrete beneficiare dello sconto del 10% sui ristoranti da noi selezionati per tutta la durata del vostro soggiorno e di una degustazione guidata dell’olio del Salento. Non esitate a contattateci al numero +39 3472319165 o scriveteci via email all’indirizzo donnateresabedandbrekfast@gmail.com per avere qualsiasi informazione o chiarimento in merito al vostro soggiorno.